Usa il cuore per connetterti a una dieta più sana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

L’ISA si unisce alla Fondazione Mondiale per il Cuore (World Heart Federation) per sostenere la Giornata Mondiale del Cuore 2021

Bruxelles, 29 settembre 2021: con i circa 520 milioni di persone in tutto il mondo che attualmente sono affette da malattie cardiovascolari (CVD), tra cui malattie cardiache e ictus, e dal momento che le CVD continuano ad essere la principale causa di morte del mondo,1 è fondamentale che tutti noi uniamo gli sforzi per aumentare la consapevolezza a livello globale sulle azioni che ognuno di noi può condurre per prevenire e controllare le CVD. Con questo obiettivo in mente, l’Associazione Internazionale Dolcificanti (ISA) si unisce di nuovo con orgoglio alla Fondazione Mondiale per il Cuore nel sostenere la Giornata Mondiale del Cuore oggi.

Le malattie cardiovascolari (CVD) sono prevenibili

Sapevi che almeno l’80% delle morti premature da CVD si potrebbe evitare riducendo i fattori di rischio, come l’uso del tabacco, una dieta non salutare e l’inattività fisica?1 Ecco perché tutti noi dobbiamo unire gli sforzi nella Giornata Mondiale del Cuore: celebrata ogni anno il 29 settembre, è l’occasione per sensibilizzare ed educare tutti in tutto il mondo in merito all’importanza della prevenzione e ai piccoli passi che si possono fare per ridurre i fattori di rischio e controllare le CVD.

La salute del cuore passa al digitale

Il tema di quest’anno per la Giornata Mondiale del Cuore, “Usa il Cuore per Connetterti“, mira a incoraggiare tutti noi a usare la nostra conoscenza, compassione e influenza per fare in modo che tutti abbiano la migliore possibilità di vivere una vita sana per il cuore. Nel frattempo, è sorto un bisogno urgente di trovare modi innovativi per connettere le persone alla salute del cuore dalla crisi sanitaria dovuta alla COVID-19. Considerando tutto questo, la Giornata Mondiale del Cuore 2021 aspira a evidenziare il potere della salute digitale per migliorare la consapevolezza, la prevenzione e la gestione delle CVD.

Il diabete è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari

Oltre ai fattori di rischio legati allo stile di vita e alla dieta, il diabete, una delle principali minacce alla salute globale, è un altro fattore di rischio per le CVD. Le persone affette da diabete hanno il doppio delle probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari.

Inoltre, le persone che vivono con condizioni quali il diabete e le malattie cardiache hanno un rischio più elevato di sviluppare forme più gravi di COVID-19,2 e questo si riflette nelle strategie di politica sanitaria pubblica per affrontare la pandemia.3,4 L’attuale pandemia ha reso ancora più urgente affrontare le malattie non trasmissibili (MNT), compresi i loro fattori di rischio legati all’alimentazione.

Per prevenire le CVD, incoraggiamo le persone affette da diabete a “usare il cuore” per:

seguire una dieta sana per il cuore;
– fare esercizio fisico regolarmente;
– controllare il peso corporeo;
– dire di no al tabacco.

Seguire una dieta sana per il cuore include la riduzione delle bevande zuccherate o dei dolcetti. Si può cercare di mangiare più frutta fresca alternativa sana. Inoltre, i dolcificanti con poche/senza calorie ti consentono di continuare a godere del gusto dolce e allo stesso tempo aiutano a ridurre un po’ di zucchero nella dieta.

Perché non approfittare dei siti web dedicati o delle applicazioni mobili per accedere a consigli e ricette salutari per il cuore? Questi possono fornire suggerimenti su come utilizzare i dolcificanti con poche/senza calorie nella pratica, ad esempio per sostituire lo zucchero nei dolci. In questo modo si riuscirà a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue senza dover scendere a compromessi con il gusto.

I dolcificanti con poche/senza calorie svolgono un ruolo benefico quando vengono utilizzati al posto dello zucchero e nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita salutare, anche per le persone a rischio di cardiopatie. Di fatto, i dolcificanti con poche/senza calorie non apportano praticamente nessuna caloria, per cui possono aiutare a ridurre la quantità totale di calorie che consumano le persone e, quindi, aiutare le persone a gestire il loro peso.5,6 Inoltre, il consumo di dolcificanti con poche/senza calorie provoca un minore aumento dei livelli di glucosio nel sangue rispetto agli zuccheri.7 Possono quindi offrire un aiuto significativo alle persone con diabete che hanno bisogno di gestire la loro assunzione di carboidrati7 ma che desiderano continuare a gustare cibi e bevande dal sapore dolce. È anche importante considerare che i dolcificanti con poche/senza calorie non contribuiscono alla demineralizzazione dei denti, che è una delle cause della formazione della carie.7

Partecipa alla conversazione sui social media sulla Giornata Mondiale del Cuore 2021 e condividi le informazioni e i suggerimenti di cui sopra attraverso #UseHeart e #WorldHeartDay.

  1. World Heart Day 2021. Available at: https://world-heart-federation.org/world-heart-day/about-whd/world-heart-day-2021/
  2. ECDC, Coronavirus disease 2019 (COVID-19) in the EU/EEA and the UK, 8 April 2020, https://www.ecdc.europa.eu/sites/default/files/documents/covid-19-rapid-risk-assessment-coronavirus-disease-2019-eighth-update-8-april-2020.pdf
  3. Policy paper. Tackling obesity: empowering adults and children to live healthier lives, 27 July 2020, https://www.gov.uk/government/publications/tackling-obesity-government-strategy/tackling-obesity-empowering-adults-and-children-to-live-healthier-lives
  4. COM(2020) 318 final. Short-term EU health preparedness for COVID-19 outbreaks.
  5. Laviada-Molina H, Molina-Segui F, Pérez-Gaxiola G, et al. Effects of nonnutritive sweeteners on body weight and BMI in diverse clinical contexts: Systematic review and meta-analysis. Obes Rev 2020; 21(7) :e13020
  6. Rogers PJ and Appleton KM. The effects of low-calorie sweeteners on energy intake and body weight: a systematic review and meta-analyses of sustained intervention studies. Int J Obes 2021; 45(3): 464-478
  7. The European Food Safety Authority (EFSA) has concluded that: “Consumption of foods/drinks containing intense sweeteners instead of sugar induces a lower blood glucose rise after their consumption compared to sugar-containing foods/drinks” and that: “Consumption of foods/drinks containing intense sweeteners instead of sugar contributes to the maintenance of tooth mineralisation”. EFSA Scientific opinion on the substantiation of health claims related to intense sweeteners. EFSA 2011 Journal 9(6): 2229, and 9(4): 2076
  8. Diabetes UK. The use of low or no calorie sweeteners. Position Statement (Updated December 2018). Available online: https://www.diabetes.org.uk/professionals/position-statements-reports/food-nutrition-lifestyle/use-of-low-or-no-calorie-sweetners