Parere scientifico sulla giustificazione delle dichiarazioni relative alla salute legate agli edulcoranti intensi e al contributo, mantenimento o alla realizzazione di un peso corporeo normale (ID 1136, 1444, 4299), riduzione delle risposte glicemiche post-prandiali (ID 4298)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Autore(i): EFSA, Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies
Publication name: EFSA Journal 2011;9(6):2229 [26 pp.]
Publication year: 2011

Abstract

Gli effetti rivendicati sono “i dolcificanti per la salute dentale non sono fermentati dai batteri orali, non cariogeni”, “alimenti che in condizioni normali di utilizzo sono né cariogeni né corrosivi, aiutano a mantenere i denti sani e sono pertanto amici dei denti” e “salute dentale”. La popolazione di destinazione si intende la popolazione in generale. Nel contesto delle formulazioni proposte, le condizioni d’uso e i riferimenti forniti, il pannello assume che gli effetti rivendicati si riferiscono al mantenimento della mineralizzazione del dente diminuendo la demineralizzazione del dente. Il pannello ritiene che il mantenimento della mineralizzazione dei denti riducendo la demineralizzazione del dente derivante dalla produzione di acido nella placca causata dalla fermentazione dei carboidrati è un effetto fisiologico benefico, purché esso non sia accompagnato da demineralizzazione del dente come risultato dalle proprietà erosive di un alimento.

Una affermazione sui sostituti dello zucchero,xilitolo, sorbitolo, mannitolo, maltitolo, lattitolo, isomalto, eritritolo, D-tagatosio, isomaltulosio, sucralosio e polidestrosio e il mantenimento della mineralizzazione del dente diminuendo demineralizzazione del dente è già stato valutato con un risultato favorevole. Il gruppo di esperti ritiene che la fondatezza scientifica e condizioni d’uso proposte si applicano anche ai dolcificanti intensi.

Sintesi

In questo parere scientifico sulle indicazioni sanitarie, il pannello EFSA su Dietetic Products Nutrition and Allergies scientifici ha concluso che esistono sufficienti informazioni scientifiche che confermano che gli edulcoranti intensi, come tutti i sostituti dello zucchero, mantengono la mineralizzazione dei denti diminuendone la demineralizzazione se consumato al posto degli zuccheri . Gli edulcoranti ipocalorici non sono ingredienti nocivi per i denti e il loro ruolo positivo salute dentale è ben conosciuto. Sulla base di parere scientifico dell’EFSA, la Commissione europea ha autorizzato nel 201 l’indicazione sanitaria secondo cui consumo di alimenti contenenti dolcoficanti pocalorici al posto dello zucchero contribuisce al mantenimento della mineralizzazione del dente (Commissione regolamento (UE) n. 432/2012, 16 maggio 2012).

Gli edulcoranti ipocalorici sono spesso utilizzati negli integratori di dentifrici, collutori e fluoro che aiutano l’igiene dentale.

Vedi tutto il documento