L’effetto dell’aspartame, in un quadro di un programma multidisciplinare di controllo del peso, sul controllo a breve e lungo termine del peso corporeo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Autore(i): Blackburn GL, Kanders BS, Lavin PT, Keller SD and Whatley J
Publication name: American Journal of Clinical Nutrition, 1997; 65: 409-418
Publication year: 1997

Abstract

Questo studio ha esaminato se l’aggiunta di alta intensità dolcificante aspartame ad un programma di controllo del peso multidisciplinare migliorerebbe la perdita di peso e controllo a lungo termine del peso corporeo. A 163 donne obese è stato assegnato a caso il consumo o non consumo di aspartame contenuto in cibi e bevande zuccherati per 16 settimane di un programma di riduzione di peso di (perdita di peso attivo), un programma di mantenimento di 1 anno e un periodo di follow-up di 2 anni. Donne in entrambi gruppi trattamento perso il l0% del peso corporeo iniziale (10 kg) durante la perdita di peso attivo. Fra le donne assegnate al gruppo con aspartame, l’assunzione di aspartame è stata correlata positivamente con la percentuale di perdita di peso durante la perdita di peso attivo. Durante il follow-up e il mantenimento, partecipanti al gruppo aspartame hanno avuto un riguadagnodi 2,6% (2,6 kg) e del 4,6% (4,6 kg) rispetto al peso iniziale, mentre quelli nel gruppo no-aspartame hanno guadagnato una media di 5,4% (5,4 kg) e il 9,4% (9,4 kg), rispettivamente. Il gruppo di aspartame perso significativamente più peso complessivo e riacquistato significativamente meno peso durante il follow-up e mantenimento, rispetto a quanto fatto dal gruppo no-aspartame. Questi dati suggeriscono che la partecipazione ad un programma di controllo del peso multidisciplinare che include l’aspartame può facilitare il mantenimento a lungo termine del peso corporeo ridotto.

Sintesi

Questo studio ha esaminato se l’aggiunta di alta intensità dolcificante aspartame ad un programma di controllo del peso multidisciplinare migliorerebbe la perdita di peso e controllo a lungo termine del peso corporeo. A centosessantatre donne obese è stato indicato di consumare cibi e bevande dolcificati con aspartame o di astenersene per 16 settimane in un programma di riduzione di peso di 19 settimane (perdita di peso attivo), un programma di mantenimento di 1 anno e un periodo di follow-up di 2 anni. Le donne in entrambi i gruppi di trattamento hanno perso circa il 10% del peso corporeo iniziale (10 kg) nel corso della perdita di peso attivo. Fra le donne assegnate al gruppo di trattamento con aspartame, l’assunzione di aspartame è stata correlata positivamente con la percentuale di perdita di peso durante la perdita di peso attivo (r = 0,32, P & lt; 0.01). Durante il follow-up e il mantenimento, i partecipanti al gruppo aspartame sperimentato un 2,6% (2,6 kg) e il 4,6% (4,6 kg) di riacquisto di peso rispetto al peso iniziale dopo 71 e 175 settimane, rispettivamente, mentre quelle nel gruppo no-aspartame ha guadagnato una media di 5,4% (5,4 kg) e il 9,4% (9,4 kg) di peso, rispettivamente. Il gruppo aspartame ha perso, complessivamente, più peso (P = 0,028) e recuperato significativamente meno peso durante il follow-up e il mantenimento (P = 0,046) rispetto al gruppo senza aspartame. Le perdite di peso in percentuale alla settimana 71 e 175 sono state correlate positivamente anche con l’esercizio fisico (r = 0,32, P & lt; 0,001; e r)

Vedi tutto il documento