Risposta ISA al rapporto Anses

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Bruxelles 14 gennaio 2015: ISA riconosce il lavoro svolto dal gruppo di esperti scientifici di ANSES (Agenzia francese per la sicurezza del cibo, salute ambientale e occupazionale) sulla valutazione dei “rischi nutrizionali e vantaggi dei dolcificanti a basso contenuto calorico”, ma è delusa perché le conclusioni non riescono a sostenere la ricchezza di solide evidenze scientifiche disponibili che sottolineano il ruolo e i vantaggi dei dolcificanti a basso contenuto calorico, come strumento per la gestione del peso.

Il Dr Pierre Azam, importante endocrinologo e medico di medicina generale francese, Presidente di Obobs, l’Osservatorio di obesità francese e membro del gruppo di esperti scientifici di ISA, conferma che gli edulcoranti ipocalorici forniscono opzioni di cibo alternativo utile ai pazienti: “I dolcificanti a basso contenuto calorico possono essere integrati in un approccio globale per la gestione del peso e del diabete, poiché econsentono di evitare frustrazione e quindi consentire maggiore aderenza al trattamento terapeutico. Credo fermamente chedare dolcezza, fonte di piacere, senza le calorie, i dolcificanti a basso contenuto calorico possono essere parte della soluzione per i pazienti che vogliono controllare il loro peso o diabete”.

Il rapporto di ANSES1 riconosce la sicurezza dei dolcificanti a basso contenuto calorico e approva i risultati dell’EFSA a conferma che gli edulcoranti ipocalorici “non hanno alcun effetto sul metabolismo dei carboidrati o della glicemia a breve o lungo termine ” e “non possono essere fermentati dai batteri orali” e quindi possono “contribuire a mantenere i denti sani”.2

Con particolare riferimento ai benefici del consumo di bevande zuccherate a basso contenuto calorico e alla gestione del peso, uno studio3 condotto dai massimi esperti di ricerca sull’obesità, il Prof John Peters e il Prof James Hill, condotta su un campione di 303 persone per un periodo di tre mesi, ha fornito alcuni risultati molto approfonditi. Le persone che assumevano bevande a basso contenuto calorico hanno perso peso per il 44% in più – una media di 5,95kg per 12 settimane – rispetto a quelli nel gruppo di controllo con acqua, che ha perduto solo una media di 4,09 kg rispetto allo stesso periodo. Il gruppo che ha bevuto bevande a basso contenuto calorico ha anche riferito di sentire meno fame rispetto al gruppo di controllo con acqua.

Hervé Nordmann, Presidente Comitato Scientifico di Regolamentazione ISA & amp; dice: “Le opzioni dolci ipocaloriche non sono “bacchette magiche”. Tuttavia, quando utilizzate come parte di una dieta equilibrata, possono rivelarsi una valida alternativa al gusto dolce dello zucchero, senza le calorie o senza alcun impatto sui livelli di glucosio nel sangue”. Aggiunge “considerate le sfide per la salute pubblica date dalle conseguenze del sovrappeso, gli edulcoranti ipocalorici hanno un ruolo importante. Le prove scientifiche esistenti a sostegno dei benefici degli edulcoranti ipocalorici sono sostanziali e in continuo aumento.”

  1. Evaluation of nutritional risks and benefits of low calorie sweeteners. ANSES opinion, scientific panel report. November 2014
  2. http://www.efsa.europa.eu/en/press/news/131210.htm
  3. The effects of water and non-nutritive sweetened beverages on weight loss during a 12-week weight loss treatment program. Peters JC et al. (2014), Obesity, 22(6), 1415-21