Il gusto dolce nel diabete e nella gestione del peso: Gli edulcoranti ipocalorici possono essere una dolce soluzione senza calorie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

AFDN Congress – Lille, 26 maggio 2016: Con più di 800 dietisti e nutrizionisti da tutta la Francia, ISA è stato puntuale con il suo “rendez-vous” con la comunità scientifica, partecipando alla 54a Journees d’Etudes de l’ AFDN (Première? organismi Professionnelle Française de Diététiciens), tenutosi a Lille dal 26 al 28 maggio.

Con una tavola rotonda su “La dolcezza nella pratica dietetica: Gli edulcoranti ipocalorici possono essere uno strumento efficace nella gestione del diabete e del peso” il 26 maggio, l’ISA ha invitato due esperti famosi della nutrizione per discutere il ruolo degli edulcoranti ipocalorici nella perdita e mantenimento del peso, come pure i loro benefici nel controllo glicemico nella persone con diabete.

Più specificamente , il Dr Jean-Michel Lecerf , che sta conducendo il dipartimento nutrizione del Institut Pasteur di Lille, ha aperto la discussione presentando le ultime prove scientifiche sull’efficacia degli edulcoranti ipocalorici nella gestione del peso. Secondo il Dr Lecerf, “la riduzione del nostro apporto calorico giornaliero è un approccio ben consolidato per la perdita di peso e gli edulcoranti ipocalorici, quando aggiunti in cibi e bevande al posto dello zucchero, può ridurre il contenuto di energia, pur mantenendo sia la palabilità che la dolcezza nella dieta “.

Nella lotta contro il sovrappeso e l’obesità, l’educazione comportamentale è una strategia indispensabile per migliorare le nostre abitudini dietetiche a lungo termine , e una parte importante di questo processo è quello di educare le persone su come meglio possono gestire loro innato desiderio di sapore dolce. Dr Lecerf rha iconosciuto la preferenza umana per la dolcezza come un bisogno fisiologico e piacere innato, osservabile anche alla nascita, che non è necessario eliminare dalla dieta. Tuttavia non poteva ignorare il fatto che la dolcezza spesso comporta calorie che, in eccesso, possono portare a obesità e sovrappeso. Ed è qui che i dolcificanti a basso contenuto calorico possono essere un alleato molto utile all’interno di un programma di mantenimento o perdita di peso, perché il loro più grande vantaggio è che possono offrire il gusto dolce desiderato senza le calorie presenti nei dolcificanti calorici.

Il Dr Lecerf ha presentato anche una serie di studi clinici che mostrano che chi sceglie alimenti e bevande a basso contenuto calorico operano scelte alimentari migliori e seguono una dieta più sana, mentre ulteriori studi clinici randomizzati hanno dimostrato che chi consuma alimenti e bevande con edulcoranti ipocalorici raggiunge una perdita di peso maggiore rispetto a chi non li usa nel contesto di un programma di gestione del peso. Concludendo, il Dr Lecerf, ha affermato che “gli edulcoranti ipocalorici possono essere un ottimo strumento per gli obesi o le persone in sovrappeso e in generale per tutti gli individui che vogliono limitare l’assunzione di calorie e zuccheri e gestire il peso, a condizione naturalmente di includerli in una dieta equilibrata complessiva che si combina con l’attività fisica”.

Prendendo il testimone da Dr Lecerf, Ms Corinne Peirano , dietista – nutrizionista, ha parlato dei benefici degli edulcoranti ipocalorici nella vita delle persone con diabete. In Europa, si prevede che la prevalenza del diabete aumenti nel 2015 a 59,6 milioni di persone, per arrivare, nel 2040, a più di 70 milioni di persone. Pertanto, la necessità di educare le persone a cambiamenti di stile di vita per prevenire il diabete o gestire le complicanze del diabete è della massima importanza. Mantenere un peso corporeo sano, adottando una dieta equilibrata e dopo un’attività fisica regolare può aiutare le persone con diabete hanno un migliore controllo glycemic. Facendo specifico riferimento al sapore dolce, Peirano ha sottolineato che “le persone con diabete possono ancora godere del sapore dolce e del piacere della dolcezza senza le calorie e gli effetti collaterali dello zucchero, inserendo gli alimenti e bevande con edulcoranti ipocalorici nella loro dieta”. Peirano ha fatto riferimento a studi che hanno mostrato che gli edulcoranti ipocalorici possono aiutare le persone con diabete a seguire un piano dietetico che può aiutarli a ottenere un controllo glicemico migliore a lungo termine, perché le prove dimostrano che gli edulcoranti ipocalorici non hanno impatto sul glucosio nel sangue e sui livelli di insulina.

Per saperne di più di questa sessione, tra cui le biografie degli oratori e sintesi delle presentazioni, fare clic qui .

Vi invitiamo anche a leggere un’intervista molto interessante con Lecerf sull’epidemia di obesità e come potremmo sconfiggerla cliccando qui .