Gli edulcoranti artificiali e il rischio di tumore in una rete di studi caso-testimone..

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Autore(i): Gallus S, Scotti L, Negri E, Talamini R, Franceschi S, Montella M, Giacosa A, Dal Maso L, La Vecchia C
Publication name: Ann Oncol. 2007 Jan;18(1):40-4. Epub 2006 Oct 16
Publication year: 2007

Abstract

CONTESTO: Il ruolo dei dolcificanti sul rischio di cancro è stato ampiamente dibattuto negli ultimi decenni. Per fornire ulteriori informazioni su saccarina e altri edulcoranti (principalmente aspartame), abbiamo considerato i dati da una vasta rete di studi di caso-control.
metodi: Una rete integrata di studi caso-controllo è stato condotto tra il 1991 e il 2004 in Italia. I casi erano 598 pazienti con incidenti, istologicamente confermati di tumori della cavità orale e faringe, 304 dell’esofago, 1225 del colon, 728 del retto, 460 della laringe, 2569 del seno, 1031 dell’ovaia, 1294 della prostata e 767 del rene (carcinoma renale delle cellule). I controlli erano 7028 pazienti (3301 uomini e 3727 donne) ammessi agli ospedali stessi come casi per i disturbi acuti, non-neoplastici. Rapporti di probabilità (OR) e gli intervalli di confidenza di 95% (CIs), corrispondenti sono stati derivati da modelli di regressione logistica incondizionata.
risultati: L’OR per consumo di saccarina era 0,83 (95% CI 0,30-2,29) per i cancri della cavità orale e faringe, 1.58 (CI di 95%: 0,59-4,25) per esofageo, 0,95 (CI di 95% 0,67-1,35) per il colon, 0,93 (IC 95%: 0,60-1.45) per rettale, 1.55 (CI di 95% 0,76-3.16) per laringeo, 1.01 (CI di 95% 0,77-1.33) per seno, 0,46 (CI di 95% 0,29-0,74) per ovarico, 0,91 (CI di 95%: 0,59-1,40) per la prostata e 0,79 (CI di 95%: 0,49-1.28) per cancro del rene. L’OR per consumo di altri dolcificanti, principalmente dell’aspartame, erano 0,77 (IC 95% 0,39-1,53) per i cancri della cavità orale e faringe, 0,77, (IC 95%: 0,34-1,75) per esofageo, 0.90 (CI di 95% 0.70-1.16) per il colon, 0,71 (CI di 95% 0,50-1.02) per rettale, 1.62 (95% CI 0.84-3.14) per laringeo, 0.80 (CI di 95%: 0,65-0.97) per il seno, 0,75 (CI di 95% 0,56-1.00) per ovarico, 1.23 (95% CI 0,86-1.76) per la prostata e 1,03 (95% CI 0.73-1,46) per cancro del rene. Una tendenza inversa significativa nel rischio per categorie di dolcificanti totale in aumento è stata trovata per il tumore al seno e cancro ovarico e una diretta per il cancro laringeo.
CONCLUSIONE: Il presente lavoro indica una mancanza di associazione tra saccarina, l’aspartame e altri dolcificanti e il rischio di neoplasie comuni diversi.

Sintesi

Questo studio di Gallus et al. ha concluso che non ci sono prove che la saccarina o altri dolcificanti (principalmente l’aspartame) aumentano il rischio di cancro in parecchi siti comuni negli esseri umani. I risultati della rete attuale di studi forniscono un quadro generale sul rapporto tra edulcoranti e rischio di cancro e sono il primo studio che fornisce dati sul rapporto tra edulcoranti e tumori del tratto digestivo. Inoltre, un’associazione inversa è stata trovata fra gli edulcoranti ipocalorici e rischio di cancro ovarico e del seno.

Vedi tutto il documento