Revisione dell’aspartame da parte della IARC

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

L’ISA risponde all’annuncio della IARC di sottoporre a revisione l’aspartame nel giugno 2023

Bruxelles, 07 Giugno 2022: In seguito alla decisione dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) di sottoporre a revisione il dolcificante con poche/senza calorie aspartame,1 l’Associazione Internazionale Dolcificanti (ISA) ribadisce i pareri scientifici delle autorità per la sicurezza alimentare di tutto il mondo che hanno ripetutamente confermato che l’aspartame è sicuro per l’uso in alimenti e bevande.

L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha condotto la valutazione del rischio dell’aspartame più completa mai realizzata. Sulla base di un’ampia valutazione scientifica di tutti i dati disponibili, l’EFSA ha escluso qualsiasi rischio potenziale di cancerogenicità e ha riconfermato che l’aspartame è sicuro.2,3

Le conclusioni dell’EFSA sono coerenti con quelle delle autorità per la sicurezza alimentare che hanno esaminato e riaffermato la sicurezza dell’aspartame per l’uso negli alimenti e nelle bevande, tra cui il Comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari dell’Organizzazione Mondiale della Salute e dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (JECFA)4, l’Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali degli Stati Uniti (FDA) e le agenzie regolatorie di oltre 100 paesi.

L’annuncio della IARC sulla sua revisione dell’aspartame non fa parte di una valutazione della sicurezza degli alimenti e la IARC non è un organismo di sicurezza alimentare. Come indicato dalla IARC nel suo annuncio, entro lo stesso mese e poco dopo la valutazione della IARC nel giugno 2023, il JECFA aggiornerà la sua valutazione scientifica dell’aspartame. Come dichiarato dalla IARC, “La sequenza di queste valutazioni e la stretta collaborazione tra le Monografie IARC e il Segretariato JECFA dell’OMS/FAO consentiranno una valutazione completa degli effetti sulla salute del consumo di aspartame sulla base delle più recenti evidenze disponibili.”1

È importante notare che, in un momento in cui l’obesità e le malattie non trasmissibili (NCD), tra cui il diabete e le malattie del cavo orale, restano le principali sfide per la salute globale, i dolcificanti con poche/senza calorie, come l’aspartame, possono essere uno strumento utile per ridurre l’apporto di calorie e di zuccheri, e quindi il peso corporeo, fornendo al tempo stesso il gusto dolce desiderato, se utilizzati al posto dello zucchero e nell’ambito di una dieta equilibrata. Inoltre, i dolcificanti con poche/senza calorie possono aiutare a gestire i livelli di glucosio nel sangue e contribuire al mantenimento della mineralizzazione dei denti.5