Lotta alla epidemia di obesità in Europa – ISA sostiene gli obiettivi della Giornata Europea dell’Obesità 2014

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Bruxelles 18 maggio 2014: La giornata europea dell’obesità è un importante richiamo sull’epidemia di obesità e quali misure sono in atto per ridurla.

il numero di persone affette da obesità e malattie associate, come diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari, ipertensione è in proporzioni epidemiche in tutto il mondo. Oggi, l’obesità è una delle più gravi preoccupazioni di salute pubblica per i governi, e l’Europa non ne è immune. Più della metà (52%) della popolazione adulta nell’Unione europea è in sovrappeso o obesa secondo l’OCSE1 e se non fermata, la mortalità per queste malattie aumenterà a 8,6 milioni di decessi l’anno entro il 2015.2

il costo del trattamento dell’obesità e gli impatti collegati, tra cui la perdita di produttività da giorni di malattia è notevole. La salute è il secondo più grande settore di spesa dopo la previdenza sociale e, secondo i dati Eurostat 2011, la spesa sanitaria pubblica è pari al 15% della spesa totale, 78% della quali per malattie croniche.3

In questo contesto, l’associazione internazionale dei dolcificanti (ISA) supporta pienamente gli obiettivi della giornata europea dell’obesità e la sua missione di sensibilizzazione sull’obesità , evidenziando misure semplici ed efficaci quotidiane per aiutare a gestire l’eccesso di peso e i problemi correlati. ISA ritiene che gli edulcoranti ipocalorici hanno un ruolo chiave nel contribuire ad affrontare i problemi di sanità pubblica, e che gli alimenti in cui sono presenti hanno il vantaggio di fornire ai consumatori una vera scelta e consentano loro di ridurre il loro apporto calorico generale e migliorare la loro scelte dietetiche, pur non rinunciando al dolce.

Gli esperti che hanno parlato alla conferenza ISA nel mese di aprile hanno evidenziato, in modo inequivocabile, il ruolo e i vantaggi degli edulcoranti a basso contenuto calorico nell’affrontare le malattie del XXI secolo e gli stili di vita. “Abbiamo trovato che gli edulcoranti ipocalorici sono in realtà uno stimolo ad una dieta sana – i consumatori di edulcoranti ipocalorici seguono anche una dieta più sana e bilanciata e sono fisicamente più attivi “, ha aggiunto il professor Adam Drewnowski, leader di fama mondiale nella prevenzione e nel trattamento dell’obesità, dall’Università di Washington.

La buona notizia è che con la giusta educazione, l’obesità può essere affrontata con alcune semplici modifiche allo stile di vita, come l’esercizio fisico più regolare e facendo cambiamenti intelligenti, da scelte con più calorie a quelle con meno calorie, ogni giorno. Dando dolcezza senza calorie, le opzioni zuccherate a basso contenuto calorico possono dare un utile contributo per una dieta sana a calorie controllate.

  1. Regard sur la santé: surpoids et obésité chez les adultes. OECD iLibrary, 2012. http://www.oecd-ilibrary.org/sites/9789264183896-en/02/07/index.html?itemId=/content/chapter/9789264183896-26-en
  2. Ridurre il carico delle malattie croniche in europa con riferimento ai risultati sanitari diJoe Jimenez, CEO Novartis Speech- EU Chronic Health Summit- FrADIy, 4 April 2014
  3. Commissione Europea, DG Santé et consommateurs, présentation Michael Hübel, novembre 2013