Rassegna di articoli scientifici del 2017 sui dolcificanti ipocalorici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Dando una scorsa alle diverse sezioni del sito web dell’ISA (Associazione Internazionali Dolcificanti) e passando in rassegna gli articoli scientifici pubblicati nell’ultimo anno, ci siamo resi conto che il 2017 è stato un anno caratterizzato da nuove e interessanti pubblicazioni scientifiche sui dolcificanti ipocalorici, che abbiamo riepilogato in questo articolo e che desideriamo condividere con i lettori del sito web dell’ISA.

Sintesi

  • Benefici dei dolcificanti ipocalorici nel controllo del glucosio indicati in nuovi studi e rassegne sistematiche e riconosciuti nelle recenti linee guida sul diabete
  • I dolcificanti ipocalorici possono soddisfare la nostra golosità; in base alle nuove scoperte non aumentano né l’appetito, né l’assunzione di cibo
  • Le nuove ricerche indicano che i consumatori ricorrono ai prodotti con dolcificanti ipocalorici per ridurre l’assunzione di calorie e lottare contro il desiderio di alimenti dolci

Nuova ricerca nel 2017

Un notevole numero di nuovi studi e rassegne scientifici pubblicati in riviste sottoposte a revisione paritaria nell’ultimo anno, hanno aumentato le nostre conoscenze sul ruolo dei dolcificanti ipocalorici nella nostra dieta. I benefici dei dolcificanti ipocalorici nella regolazione del peso e nel controllo del glucosio sono stati al centro della ricerca, e questo ha portato alla scoperta di nuove prove a supporto di ciò che già sapevano sul loro uso.

Nuove pubblicazioni che includono nuovi studi, rassegne sistematiche e linee guida aggiornate di organizzazioni quali la American Diabetes Association (ADA) (Associazione Americana per il Diabete) e la US Academy of Nutrition and Dietetics (AND) (Accademia di Nutrizione e Dietetica degli USA) confermano l’utilità dei dolcificanti ipocalorici nel controllo del glucosio e nella gestione del diabete. Di fatto, i dolcificanti ipocalorici non alterano i livelli di glucosio e l’omeostasi postprandiale, come ha confermato ancora una volta una recente rassegna sistematica, mentre nuovi studi su umani dimostrano che i dolcificanti ipocalorici non alterano l’insulino-resistenza.

Per ulteriori informazioni sui dolcificanti ipocalorici e sul controllo del glucosio, potete leggere anche il seguente articolo dell’ISA: ‘Cosa dovrebbero sapere i professionisti in merito all’effetto dei dolcificanti ipocalorici sul controllo del glucosio’.

’Il dolce senza calorie’ è stato un altro argomento di notevole interesse nel 2017. Una rassegna recente ha concluso che i dolcificanti ipocalorici possono aiutare a soddisfare la nostra golosità, mentre uno studio del Monell Centre che ha analizzato come cambia il gusto per lo zucchero e i dolcificanti ipocalorici tra le persone non ha rilevato alcuna differenza di gusto nei confronti del dolce tra bambini e adulti obesi e non-obesi. Inoltre, un nuovo studio clinico presentato in vari congressi scientifici nel 2017 ha confermato quanto scoperto in precedenza, ovvero che i dolcificanti ipocalorici non influenzano l’assunzione di cibo, alimenti energetici o zucchero, né alterano l’appetito. Anzi, le nuove scoperte indicano che i consumatori, e soprattutto i consumatori frequenti, potrebbero ricorrere ai prodotti con dolcificanti ipocalorici per ridurre l’assunzione di calorie e lottare contro il desiderio di alimenti dolci.

Inoltre, e per ottenere informazioni più dettagliate sulle pubblicazioni scientifiche più recenti e importanti in merito ai dolcificanti ipocalorici, potete consultare la biblioteca scientifica dell’ISA che fornisce brevi sommari delle principali conclusioni di questi studi facendo clic qui.

Notizie relative al congresso ISA 2017 da non perdere

Infine, qui di seguito presentiamo gli articoli più interessanti con notizie scientifiche di vari congressi ed eventi scientifici del 2017 che offrono le informazioni più recenti e aggiornate sui dolcificanti ipocalorici:

  1. ‘Notizie scientifiche di spicco sui dolcificanti ipocalorici presentate in occasione del maggiore evento scientifico sulla nutrizione a livello globale’, il 21º Congresso Internazionale sulla Nutrizione IUNS di Buenos Aires – fare clic qui per leggere questo articolo dell’ISA
  2. ‘Gli esperti presentano le prove più recenti sull’effetto dei dolcificanti ipocalorici sulla sensibilità all’insulina e sul diabete’, 10ª Conferenza EFAD, Rotterdam, Paesi Bassi – fare clic qui per leggere questo articolo dell’ISA
  3. ‘Nuove prove sull’uso dei dolcificanti ipocalorici come metodo per aiutare a gestire l’assunzione di calorie e ridurre il desiderio di alimenti dolci’, 24º Congresso Europeo sull’Obesità, Porto, Portogallo – fare clic qui per leggere questo articolo dell’ISA
  4. Sintesi del 35º Simposio Internazionale sul Diabete e la Nutrizione, Skagen, Danimarca – fare clic qui per leggere questo articolo dell’ISA
  5. ‘Come possono i dolcificanti ipocalorici aiutare le persone in dieta?’, Summit sulla Riduzione dello Zucchero, Londra, Regno Unito – fare clic qui per leggere questo articolo dell’ISA

In linea con l’obiettivo del sito web dell’ISA di fornirvi le più recenti informazioni basate su prove scientifiche in merito ai dolcificanti ipocalorici, continueremo nel corso dell’anno ad aggiornarvi sulla nuova scienza relativa all’uso, ai benefici e al ruolo nella dieta dei dolcificanti ipocalorici.

I nostri migliori auguri di un felice 2018!