Adozione di abitudini sanitarie semplici per contrastare il guadagno di peso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Autore(i): Janette Marshall*

Più del 6% delle persone negli Stati Uniti presenta un BMI1 oltre 40″ e la tendenza sembra essere la stessa in Europa” ha avvertito James Hill, direttore esecutivo della Anschutz salute e Wellness Center, Colorado University, alla conferenza internazionale della associazione dolcificanti a Bruxelles la scorsa settimana (04/02/14).

Capire le cause dell’obesità è importantissimo, ha detto il Prof Hill ha detto ai colleghi, perché più di un terzo degli adulti sono in sovrappeso e un terzo di loro è obeso.

I titoli dei giornali che erroneamente danno la colpa a cibi e bevande specifici per l’obesità non aiutano a riconoscere che la causa fondamentale dell’obesità e del sovrappeso è lo sbilanciamento.

“Anche se il bilancio energetico è un po’ più complicato della semplice differenza tra le calorie assunte e quelle consumate”, ha spiegato il Prof Hill,” il sistema di equilibrio di energia ci aiuta a capire cosa fare.”

La complicazione sta nel fatto che molti fattori – non solo un cibo o bevande – sono possibili cause dello squilibrio energetico e dell’aumento di peso, ha detto Prof Hill.

“Aumentando le porzioni, la densità di alta energia e di alimenti ad alto livello glicemico, la pubblicità, il marketing, il facile accesso al cibo, la convenienza; stile di vita sedentario e ridotta attività fisica per bruciare le calorie sono solo alcuni dei fattori che confondono e che influenzano”.

“Siamo bravi a perdere peso, ma per quanto bravi si possa essere tendiamo comunque a riprendere il peso perso. La prevenzione dell’aumento di peso è quindi la soluzione migliore,”ha detto Prof Hill.

Piuttosto che pensare in termini di dieta per perdere peso, pensare a modifiche alla dieta e stile di vita per migliorare la qualità della vita ed essere in grado di fare e divertirsi di più, ha consigliato il Prof Hill.

“Se si desidera impedire l’aumento di peso o mantenere il peso raggiunto, la cosa migliore da fare è rispettare un gap di energia di 100 calorie al giorno, “ha detto il Prof Hill, citando come prova il registro di controllo peso nazionale composta da 10.000 “manutentori di peso” che hanno perso in media 31 kg e che hanno mantenuto il peso per sette anni.

“Queste persone hanno molto in comune. Tendono a mangiare una dieta povera di grassi (non oltre il 30% delle calorie), a condurre un auto-monitoraggio e hanno un piano per quando il loro peso sale troppo, i comportamenti e le abitudini alimentari sono coerenti e fanno colazione tutti i giorni”

Per la maggior parte delle persone, creare un deficit di 100 calorie al giorno impedirà l’aumento di peso, ha spiegato il Prof Hill. “Piccoli cambiamenti fanno una grande differenza nel tempo. Per dirla in altro modo, se si mangiano 100 calorie in più rispetto a quelle che usano ogni giorno si prenderà, in un anno, 0,82 kg di peso, un aumento di peso tipico per un adulto. L’obesità è una cosa graduale che può nascere piccoli errori.”

“Con piccole modifiche è più facile e più probabile mantenere il peso, piuttosto che fare grandi cambiamenti,” ha detto il Prof Hill. “L’attività fisica è un buon esempio. Anche se si inizia ad andare a piedi fino alla fine della strada ogni giorno, è meglio di niente; e si può partire da quello”.

“All’aumentare dell’attività fisica aumenta anche l’assunzione di cibo, ma il peso può rimanere invariato, ha detto Prof Hill. “La Biologia umana funziona meglio ad alti livelli di attività fisica.”

“Il miglior consiglio è Mangiare Intelligente e Più Movimento, perché pochi riescono a mantenere un peso sano pur vivendo una vita sedentaria.” La sedentarietà aumenta l’accumulo di grasso addominale e il controllo sull’appetito diventa più debole.

“The Stealth Health consiste nel rendere la dieta fissa sana e fare scelte migliori, in modo da resistere ai modelli ambientali e comportamentali che portano all’aumento di peso.”

1 Un BMI ideale è 18-24, il sovrappeso è di 20-30 e obesi è superiore a 30. Per conoscere il BMI, dividere il peso in chilogrammi per l’ altezza in metri al quadrato.

*Janette Marshall, giornalista della nutrizione e salute