I dolcificanti ipocalorici nel diabete: rapporti aggiornati da Diabetes UK, l'Associazione Latino Americana per il Diabete (ALAD) e l'Associazione Americana per il Diabete (ADA)


Posted: 27 maggio 2019

Un riepilogo delle recenti dichiarazioni di posizione e del consenso da parte delle organizzazioni per il diabete a livello globale

Sintesi:

  • I dolcificanti ipocalorici sono sicuri per i diabetici con i livelli di assunzione attuali che rientrano nei livelli della Dose Giornaliera Accettabile.
  • I dolcificanti ipocalorici hanno un effetto neutro sul controllo del glucosio; non causano un picco del glucosio nel sangue, ma non ci si può aspettare nemmeno che abbiano delle proprietà magiche di "riduzione del glucosio".
  • La sostituzione degli zuccheri con dolcificanti ipocalorici può essere una strategia utile per aiutare nella gestione del glucosio e del peso delle persone affette da diabete, ma in linea generale la qualità della dieta è fondamentale.

Nell'ultimo decennio, numerose organizzazioni nell'ambito della salute a livello mondiale hanno rilasciato dichiarazioni di posizione e rapporti di consenso o linee guida nutrizionali in merito all'uso dei dolcificanti ipocalorici nel diabete. Tali rapporti hanno lo scopo di informare i professionisti in ambito sanitario affinché siano in grado di fornire informazioni basate sull'evidenza ai loro pazienti. Ciò è particolarmente importante per le persone che devono gestire il diabete, dal momento che i dolcificanti ipocalorici, utilizzati al posto dello zucchero, li aiutano a continuare a godere del sapore dolce senza il pericolo di picchi nei livelli di glucosio nel sangue dopo l'assunzione.

Tuttavia, nonostante le rassicurazioni da parte delle autorità normative in merito alla sicurezza dei dolcificanti ipocalorici e dalle organizzazioni per la salute in merito al loro ruolo nel controllo del glucosio, le persone ricevono ancora informazioni confuse e contrastanti in merito ai dolcificanti ipocalorici, per cui l'aggiornamento frequente di questi rapporti è molto importante. Il presente articolo fornisce un riepilogo delle dichiarazioni di posizione e dei rapporti sul consenso di recente pubblicazione da parte di Diabetes UK e dell'Associazione Latino Americana per il Diabete, nonché informazioni sulle raccomandazioni aggiornate in ambito nutrizionale da parte dell'Associazione Americana per il Diabete.

Diabetes UK: “L'uso di dolcificanti ipocalorici o senza calorie. Dichiarazione di Posizione

Diabetes UK di recente ha aggiornato la sua Dichiarazione di Posizione sui dolcificanti ipocalorici o senza calorie (LNCS), concludendo in linea generale che: “Si è dimostrato che i LNCS sono sicuri e possono essere utilizzati nell'ambito di una strategia per adulti e bambini nella gestione del peso e del diabete” . Con la revisione dell'evidenza disponibile e delle lacune nella ricerca in questo campo, in seguito a dibattiti con esperti di nutrizione, dietisti, professori e diabetici nell'ambito di un gruppo di consenso, la posizione aggiornata fornisce un insieme di raccomandazioni relative alla sicurezza dei dolcificanti ipocalorici, del loro ruolo nella gestione del peso e del diabete.

Alcune delle raccomandazioni chiave della dichiarazione di posizione aggiornata in merito all'uso dei dolcificanti ipocalorici includono:

  • La sicurezza dei dolcificanti ipocalorici: “L'uso dei LNCS rimane sicuro entro gli attuali livelli di assunzione che rientrano nella DGA [Dose Giornaliera Accettabile]. Qualsiasi nuovo problema di sicurezza che dovesse sorgere dalla nuova ricerca viene regolarmente controllato.
  • Ruolo nella gestione del peso: “Sostituire gli zuccheri liberi con LNCS (soprattutto nelle bibite zuccherate) può essere una strategia utile e relativamente semplice (o un 'primo passo') per aiutare a ridurre l'assunzione di calorie e la gestione del peso. […] L'uso di LNCS per aiutare nella perdita del peso dovrebbe rientrare nell'ambito di una dieta salutare globale e di un programma di gestione del peso più ampio.
  • Ruolo nella gestione del diabete: “La sostituzione di zuccheri con LNCS può essere una strategia utile per aiutare nella gestione del glucosio.
  • Consumo nei bambini: “I LNCS sono sicuri per il consumo da parte dei bambini fino alla DGA. I LNCS (soprattutto la sostituzione di bibite zuccherate con bibite addolcite con LNCS) può essere una strategia utile per bambini affetti da diabete per aiutarli nella loro gestione glicemica.
  • I dolcificanti ipocalorici e la qualità della dieta: “I professionisti nell'ambito della sanità, come i dietisti, dovrebbero valutare la qualità della dieta e lo stile di vita a livello globale nelle persone che consumano regolarmente bibite zuccherate o bibite dolcificate con LNCS. I LNCS possono essere utilizzati come un primo passo per ridurre l'assunzione di zucchero nella dieta nell'ambito di un modello alimentare salutare a livello globale.

Potete scaricare la Dichiarazione di Posizione completa di Diabetes UK in “L'uso di dolcificanti ipocalorici o senza calorie” e rivedere tutte le raccomandazioni di Diabetes UK nel suo sito web ufficiale facendo clic qui.

Associazione Latino Americana per il Diabete: Consenso sui dolcificanti ipocalorici nelle persone affette da diabete

Nella revisione sull'attuale evidenza in un vasto ambito di soggetti per quanto riguarda l'uso dei dolcificanti ipocalorici, il recente consenso della Associazione Latino Americana per il Diabete (Asociación Latinoamericana de Diabete (ALAD)) a livello globale conclude che il consumo di dolcificanti ipocalorici è sicuro nell'ambito della Dose Giornaliera Accettabile (DGA) e che il loro uso può recare benefici in termini di riduzione delle calorie, perdita del peso e controllo del glucosio, quando viene utilizzato per sostituire lo zucchero nell'ambito di un piano dietetico strutturato. Inoltre, il rapporto chiarisce che se il loro uso non porta ad una sostituzione dello zucchero, i dolcificanti ipocalorici hanno un impatto neutro (né benefico, né eventi avversi).

Il presente consenso è stato sviluppato da un gruppo di professori esperti da vari paesi dell'America Latina, con l'obiettivo di presentare una revisione in merito alle domande più comuni formulate dai professionisti in ambito sanitario, dai diabetici e dai consumatori in generale sui dolcificanti ipocalorici. Ecco alcune delle conclusioni chiave per quanto riguarda il ruolo dei dolcificanti ipocalorici nella gestione del diabete e del peso:

  • Se i dolcificanti ipocalorici vengono utilizzati come sostituti dello zucchero e nell'ambito di un piano dietetico strutturato, questi possono aiutare i consumatori a ridurre il consumo di carboidrati e l'assunzione di energia (calorie), e quindi possono aiutare nell'ambito di una leggera perdita del peso e del controllo del glucosio.
  • Se utilizzati ad libitum, senza sostituzione dello zucchero e al di fuori dell'ambito di un piano dietetico, i dolcificanti non sembrano avere degli effetti apprezzabili, né a livello di benefici, né di eventi avversi, sul peso corporeo o su altri esiti metabolici.
  • Il loro uso in situazioni che interessano la salute cardiovascolare, come l'obesità, il diabete e la sindrome metabolica possono essere una buona alternativa per ridurre l'assunzione di zuccheri.

Potete rivedere e scaricare il Consenso completo dell'ALAD sui dolcificanti ipocalorici nel diabete, che è disponibile in spagnolo, nel sito web del giornale dell'ALAD facendo clic qui.

Associazione Americana per il Diabete (American Diabetes Association - ADA): Raccomandazioni sulla nutrizione per persone affette da diabete o pre-diabete - Esiste un ruolo per i dolcificanti ipocalorici?

In un Rapporto sul Consenso dell'Associazione Americana per il Diabete (American Diabetes Association - ADA), un gruppo di esperti ha fornito le conclusioni sulle linee guida basate sull'evidenza relative all'individualizzazione della terapia nutrizionale per gli adulti affetti da diabete o pre-diabete. Per quanto riguarda i dolcificanti ipocalorici, il rapporto dichiara che, “La sostituzione degli zuccheri aggiunti con sostituti dello zucchero può diminuire l'assunzione quotidiana di carboidrati e calorie. Questi cambiamenti a livello dietetico possono influenzare in modo positivo il controllo glicemico, del peso e cardiometabolico.”, tuttavia, sottolinea anche che “le persone dovrebbero ricevere dei consigli per evitare di compensare con l'assunzione di calorie aggiuntive da altri fonti di cibo.” Di fatto, i dolcificanti ipocalorici non sono bacchette magiche e non possono trasformare automaticamente un cibo in un'opzione salutare, dal momento che ciò dipende dalla sintesi globale degli ingredienti di un cibo o di una bibita. Tuttavia, come indica il rapporto, se vengono utilizzati per sostituire i dolcificanti ipocalorici, senza compensazione calorica, possono essere utili nella riduzione dell'assunzione di calorie e carboidrati.

Inoltre, Diabetes UK ha aggiornato le sue linee guida nutrizionali nel marzo 2018. In queste linee guida, si conclude che “i dolcificanti ipocalorici sono sicuri e possono essere consigliati” . Per ulteriori informazioni, potete leggere l'articolo dell'ISA che presenta un riepilogo delle linee guida nutrizionali da diversi paesi europei, dagli Stati Uniti e dal Canada per quanto riguarda l'uso dei dolcificanti ipocalorici nel diabete facendo clic qui.

Conclusione

L'elemento chiave e l'affermazione comune di tutte le dichiarazioni di posizione, rapporti sul consenso o guida nutrizionale da parte delle organizzazioni sanitarie è che ciò che conta maggiormente è la qualità globale della dieta. Nell'ambito di una dieta salutare a livello globale, i dolcificanti ipocalorici possono far parte degli strumenti, assieme ad altre strategie, per la gestione dell'obesità e del diabete.

References

  1. Diabetes UK. The use of low or no calorie sweeteners. Position Statement (Updated December 2018). Available at: https://www.diabetes.org.uk/professionals/position-statements-reports/food-nutrition-lifestyle/use-o...
  2. Laviada-Molina H, Escobar-Duque ID, Pereyra E, Romo-Romo A, Brito-Córdova G, Carrasco-Piña E, González-Suárez R, López-García R, Molina-Seguí F, Mesa-Pérez JA. Consenso de la Asociación Latinoamericana de Diabetes sobre uso de edulcorantes no calóricos en personas con diabetes [Consensus of the Latin-American Association of Diabetes on low calorie sweeteners in persons with diabetes]. Rev ALAD. 2018;8:152-74
  3. Evert AB, Dennison M, Gardner CD, Garvey WT, Lau KHK, MacLeod J, Mitri J, Pereira RF, Rawlings K, Robinson S, Saslow L, Uelmen A, Urbanski PB, Yancy Jr. WS. Nutrition Therapy for Adults with Diabetes or Prediabetes: A Consensus Report. Diabetes Care. 2019 May;42(5):731-754
  1. Dyson PA, Twenefour D, Breen C, et al. Diabetes UK Position Statements. Diabetes UK evidence-based nutrition guidelines for the prevention and management of diabetes. Diabet Med. 2018; 35: 541-547