I dolcificanti ipocalorici possono rivelarsi vantaggiosi nella riduzione dell'apporto calorico e della gestione del peso corporeo


Posted: 03 gennaio 2019

Dichiarazione ISA in risposta alla revisione sistematica di Toews et al.

Solide prove scientifiche dimostrano che i dolcificanti ipocalorici possono rivelarsi utili nella gestione del peso corporeo se utilizzati al posto dello zucchero e nell'ambito di una dieta a calorie controllate e di uno stile di vita salutare1,2.

In realtà, la revisione sistematica pubblicata di recente da Toews et al3 dimostra che chi fa uso di dolcificanti ipocalorici presenta livelli più bassi di energia e di apporto di zucchero. Fatto importante: è stato dimostrato che l'uso di dolcificanti ipocalorici si traduce in una riduzione del peso corporeo nei consumatori in sovrappeso e obesi, ovvero chi può trarre il massimo profitto dal dimagrimento.

Come constatato anche in un editoriale di accompagnamento di Vasanti Malik in BMJ4, negli adulti, i risultati degli studi randomizzati controllati in cui l'assunzione di dolcificanti ipocalorici è stata messa a confronto con l'assunzione di zucchero suggeriscono piccoli miglioramenti dell'indice di massa corporea e concentrazioni a digiuno di glucosio nel sangue a favore dei dolcificanti ipocalorici. Nei bambini, l'assunzione di dolcificanti ipocalorici si è tradotta in un leggero aumento del punteggio z dell'indice di massa corporea rispetto all'assunzione di zucchero.

Infine, pur se importante, la revisione attuale di Toews et al. presenta serie limitazioni esaminate anche nell'editoriale BMJ da Vasanti Malik. Da tale revisione sono stati esclusi studi importanti e ben concepiti in cui sono stati analizzati gli effetti a lungo termine dei prodotti a basso contenuto zuccherino (ad es., bevande dietetiche) sulla gestione del peso. Ad esempio, lo studio clinico randomizzato della durata di un anno di Peters et al dimostra chiaramente l'effetto benefico delle bibite a basso contenuto zuccherino sul dimagrimento e sul mantenimento del medesimo (Peters et al, 2014; 2016)5,6. L'esclusione di tali studi potrebbe aver inciso sui risultati finali della revisione e della meta analisi.

In generale, le numerose prove scientifiche disponibili finora dimostrano che i dolcificanti ipocalorici possono rivelarsi utili non soltanto nella gestione del peso, quando sostituiscono lo zucchero e come parte di una dieta controllata dal punto di vista calorico e di uno stile di vita salutare, ma possono rappresentare anche un valido aiuto per i diabetici in quanto non incidono sul controllo della glicemia7,8. Inoltre, i dolcificanti ipocalorici hanno il vantaggio aggiuntivo di non essere fermentabili dai batteri presenti nella cavità orale e, di conseguenza, sono sostanze non cariogene che favoriscono la salute dentale9.

Riferimenti

  1. Rogers PJ., Hogenkamp PS., de Graaf C., Higgs S., Lluch A., Ness AR., . . . Mela DJ. Does low-energy sweetener consumption affect energy intake and body weight? A systematic review, including meta-analyses, of the evidence from human and animal studies. Int J Obes 2016;40(3):381-94
  2. Miller PE., & Perez V. Low-calorie sweeteners and body weight and composition: a meta-analysis of randomized controlled trials and prospective cohort studies. Am J Clin Nutr 2014;100(3):765-777
  3. Toews I, Lohner S, Ku?llenberg de Gaudry D, Sommer H, Meerpohl JJ. Association between intake of non-sugar sweeteners and health outcomes: systematic review and meta-analyses of randomised and non-randomised controlled trials and observational studies. BMJ 2019;364:k4718
  1. Malik V. Non-sugar sweeteners and health. The weight of evidence hints at benefits, but the full picture has yet to emerge. BMJ 2019;364:k5005
  2. Peters, J. C., Beck, J., Cardel, M., Wyatt, H. R., Foster, G. D., Pan, Z., . . . Hill, J. O. (2016). The effects of water and non-nutritive sweetened beverages on weight loss and weight maintenance: A randomized clinical trial. Obesity (Silver Spring), 24(2), 297-304
  3. Peters, J. C., Wyatt, H. R., Foster, G. D., Pan, Z., Wojtanowski, A. C., Vander Veur, S. S., . . . Hill, J. O. (2014). The effects of water and non-nutritive sweetened beverages on weight loss during a 12-week weight loss treatment program. Obesity, 22(6), 1415–1421
  4. American Diabetes Association (ADA). 4. Lifestyle management: Standards of Medical Care in Diabetes – 2018. Diabetes Care 2018; 41(Suppl 1): S38-S50
  5. Dyson, P. A., Twenefour, D., Breen, C., Duncan, A., Elvin, E., Goff, L., . . . Watson, K.. Diabetes UK evidence-based nutrition guidelines for the prevention and management of diabetes (2018). Diabetic Medicine 2018 May;35(5):541-547
  6. EFSA Scientific opinion on the substantiation of health claims related to intense sweeteners. EFSA 2011 Journal 9: 2229